La sedia va al Museo Kartell

Il Corriere della Sera riporta un articolo che riguarda il Museo Kartell: “La sedia va al Kartelmuseo“.

La sedia 4850, già esposta in permanenza in diversi musei nazionali e internazionali tra cui il prestigioso Kartell Museum di Binasco.

Giorgina Castiglioni ha contribuito alla realizzazione di questo oggetto di design, diventato icona, primo progetto realizzato in una monoscocca sovrapponibile in fibra di vetro (inizialmente).

 

A Valenza l’Arte è al centro

A Valenza l’Arte è al centro

Il grazioso centro in provincia di Alessandria, affacciamo sul fiume PO, ha ospitato un evento che pone al centro l’Arte, in diverse forme.

Giorgina Castiglioni ha partecipato mostrando le collezioni Giano e Colomba presenti in queste foto di Francesca Rusconi.

Digital Design and Production in Architecture

Nell’ambito dell’iniziativa “Lifelong Learning Course” tenuta dalla sede distaccata di Lecco del Politecnico di Milano, nei giorni 3-15 luglio 2017, ho partecipato con entusiasmo al corso intitolato: “Digital Design and Production in Architecture” tenuto dal prof. Ruttico.

Protagonista è stato il Design Parametrico, da me conosciuto a livello teorico e in questa sede, applicato nel FabLab della scuola.

La costante necessità di aggiornamento mi ha sempre portata a frequentare corsi relativi a indirizzi multidisciplinari.
La sintesi di queste esperienze mi permette di avere una visione inter-disciplinare che costituiscono una parte fondamentale della mia attività progettuale“. Giorgina Castiglioni

 

FERITE, LACERAZIONI, CREPE – Circuiti Dinamici

Giorgina Castiglioni partecipa alla mostra promossa da Circuiti Dinamici, intitolata: Ferite, Lacerazioni, Crepe, curata da Lorenzo Argentino.

Abstract: “La ferita diventa un interessante testimonianza in quanto è generata dalla vita stessa delle teredini.” Giorgina Castiglioni.

Martello neurologico per ginocchio, con accessori.

Nell’ambito degli oggetti che ritengo interessanti da studiare e analizzare, rientra anche questo particolare martello neurologico per ginocchio.

Qui possiamo ammirarlo separato dai suoi accessori:

  • punta di metallo estraibile dall’apice del martello
  • pennellino per misurazione sensibilità cutanea

Il martelletto qui mostrato è nella sua versione più completa.

AUSTRIENNALE 1968

Approfondimento AUSTRIENNALE 1968

Nell’ambito dei prodotti esposti dall’Austria alla XIV Triennale di Milano, nel 1968, ho trovato questi interessanti occhiali di HANS HOLLEIN al quale verrà successivamente attribuito The Pritzker Architecture Prize nel 1985.

Qui gli occhiali mostrano la loro tecnologia con cui vengono realizzati: lo stampaggio ad iniezione.

L’occhiale risultante è presente nella seconda foto.

Studi Cromatici Lavabi Serie RIO

Lavabi Serie RIO

Studi Cromatici e Illuminotecnici di una delle serie di sanitari di maggior successo, prodotti da Ceramica Dolomite, poi diventata Ideal Standard.

Questa serie, evoluta nella versione sospesa, è stata per decenni un’icona dei sanitari progettati da Giorgina Castiglioni.

Quale colore scegliereste?

ADAM – Art & Design Atomium Museum

Acquisita nel 2014, la mostra in permanenza chiamata PLASTICARIUM entra a far parte del Museo ADAM di Bruxelles.

2.000 pezzi di design, nell’ambito specifico della plastica, vengono mostrarti con arte in questo spazio all’Atomium Museum. Tra i numerosi pezzi esposti troviamo la sedia 4850 già produzione Kartell, prima sedia al mondo realizzata in monoscocca impilabile.

Presente in numerosi musei in permanenza, adesso è protagonista anche a Bruxelles.

Pin It on Pinterest